L'ultimo numero

Mensile di interviste e foto

I Libri di Una Città
Il mattino ha i piedi scalzi Libri
Gabriele Giunchi, Sergio Sinigaglia (a cura di), AA. VV.

Il mattino ha i piedi scalzi

Scritti di lotta politica e impegno civile

Ed. Una città, 2019
248 pagine


12,00

Scritti di Gabriele Giunchi, scomparso prematuramente nel luglio 2018, e testi in suo ricordo degli amici di sempre.

Addio Anna

Domenica 8 dicembre ci ha lasciati Anna Bravo.
Vogliamo ricordarla con un'intervista che ci ha concesso nel 1995.

IL VICINO, IL LONTANISSIMO

pagine di storia
Leggi di più

Michael Walzer sul futuro
della socialdemocrazia

A margine di 900fest 2019, Michael Walzer, relatore al festival,
ci ha concesso un'intervista sul tema del festival: la socialdemocrazia è morta?

Intervista di Barbara Bertoncin - Traduzione e sottotitoli a cura di Elisa Meucci

Perché la sinistra vince nei quartieri benestanti
e la destra in quelli popolari?

Racconto di due città

Dall’esempio di due città, Johnstown, città operaia e un tempo democratica, oggi trumpiana, e Princeton, cittadina borghese e intellettuale, oggi democratica all’80%, una riflessione sulle cause dell’odierno smarrimento, dalla globalizzazione che ha esasperato al massimo le disuguaglianze alla reazione identitaria dei movimenti per i diritti civili e all’incapacità conseguente della sinistra di costruire una maggioranza.
Intervento di Michael Walzer.

Leggi di più

Siamo razzisti?

Le razze, che non esistono nella natura, esistono nella mentalità dei popoli, in cui, come del resto negli altri animali, è molto forte la territorialità e la diffidenza verso lo straniero; la specificità italiana che vede la presenza di un forte numero di immigrati irregolari, spesso dediti ad attività illegali in quartieri e zone già disagiate; la competizione sui lavori, sui servizi, sulla casa; l’eredità di Auschwitz ma anche l’abolizione della schiavitù in Europa; le identità plurime che esistono in tutti i popoli.
Ne discutono 
Alessandro Cavalli, Ernesto Galli della Loggia, Wlodek Goldkorn.
[Il video dell'incontro]

Leggi di più

cosa sta succedendo
David Piccinini

643.264 tonnellate

Hai seguito le operazioni relative al sisma che ha colpito il centro Italia ormai tre anni fa. Puoi raccontare?
Il 24 agosto del 2016 il centro Italia è stato colpito da un primo evento sismico di magnitudo 6.0. Si è trattato dell’inizio di una sequenza sismica che ha raggiunto il suo apice con l’evento del 30 ottobre del 2016, con magnitudo 6.5 e poi con una serie di sequenze verificatesi a inizio 2017 e con un ultimo evento di magnitudo 4.6, il 10 aprile 2018. Le aree colpite sono rappresentate dalla cosiddetta nuvola degli epicentri, che non è altro che la collocazione in superficie dell’ipocentro. L’area in questione è collocata al confine tra Marche, Abruzzo, Lazio e Umbria. All’inizio l’evento si è verificato al confine tra Marche e Lazio, venendo identificato come il terremoto di Amatrice (per l’alto numero di vittime), per poi spostarsi più a nord.
Da un punto di vista geologico, questo evento rappresenta una continuazione della sequenza sismica iniziata nel 1997 e proseguita nel 2009 con il terremoto de L’Aquila.
Intervista a David Piccinini, dirigente della protezione civile della Regione Marche.
 
Leggi di più
problemi di lavoro

Gianni Del Bufalo

Individuali
e collettive

In questi ultimi anni, la crisi e l’informatizzazione di alcune procedure, hanno fatto sì che i cosiddetti "servizi”, a lungo considerati attività minore, abbiano assunto un peso inedito nella vita e nell’organizzazione del sindacato. Puoi raccontare?
La tutela individuale, intesa come risposta alle pratiche burocratiche nel rapporto con la pubblica amministrazione, è di antichissima tradizione. L’Inca, il patronato, è nato sostanzialmente con il sindacato, con l’obiettivo di dare risposte a bisogni che le persone non erano in grado di soddisfare da sole. Tradizionalmente era la domanda di pensione, poi nel corso del tempo il ventaglio si è allargato. Questo, va detto, in ragione non tanto di una scelta sindacale quanto di una sottrazione dello Stato dalla sua funzione di risposta al cittadino. 
Intervista a Elena Lattuada, segretario generale della Cgil Lombardia. 
 

Leggi di più

 

Siamo sicuri che "prima gli italiani" sia del tutto sbagliato?

Cosmopolitismo debole
e "compatriot mentality"
 

Il rispetto dei diritti umani, ovunque, non può farci dimenticare che intratteniamo dei rapporti particolari coi nostri concittadini, il che giustifica una certa parzialità a loro favore; il bilanciamento fra i diritti degli immigrati e le preoccupazioni dei cittadini; il test di cittadinanza che deve soprattutto far conoscere le regole del paese in cui si chiede di vivere; la distinzione, non facile da fare ma importante, fra le due categorie di migranti.
Intervista a David Miller.

Leggi di più

Dal Nostro Blog
Gregoretti e Katër i Radës
21-01-2020
Lasciamo perdere l’autolesionismo, addirittura parossistico, che, comunque, non sempre è un buon argomento, ma il fatto che la sinistra nostrana...
Leggi di più
La sproporzione
08-01-2020
Quel che impressiona di più è la sproporzione. Finora la praticava Israele e con qualche giustificazione, vista la sproporzione della minaccia. Ma...
Leggi di più
Chiesa patriottica
27-12-2019
Sul Corriere della Sera del 24 dicembre, che cita l’agenzia cinese Xinhua, si parla del nuovo atteggiamento del Partito comunista cinese nei...
Leggi di più
Liberisti nostrani
27-12-2019
Ci sono momenti in cui essere dei poveretti che diffondono poche copie, che per farlo scialacquano il loro tempo e si dissanguano anche...
Leggi di più
Su un articolo di Ferrara su Trump
20-12-2019
Sul “Foglio” un bel articolo di Giuliano Ferrara feroce contro Trump, un vero “gangster” che dovrebbe stare in galera piuttosto che alla Casa...
Leggi di più
Il crowdfunding del malato
18-12-2019
GoFundMe è un sito di crowdfunding che permette alle persone di organizzare “collette online” per questioni personali: un terzo del...
Leggi di più
Il relativismo culturale che ci perseguita
17-12-2019
Lunedì 16 dicembre Cinzia Sciuto, da noi intervistata nell’ultimo numero, commenta le immagini della “sardina” che a Piazza San...
Leggi di più
Dunque Calabresi sarebbe stato nella stanza con Pinelli?
16-12-2019
Dunque Calabresi sarebbe stato nella stanza con Pinelli… Un articolo di Adriano Sofri su Il Foglio di sabato 14 dicembre riferisce della...
Leggi di più
Carpentras
13-12-2019
dal libro “Lo chopin partiva“edizioni Una città, 2007 Le risse fra ragazzi arabi ed ebrei al tempo dell’Algeria. Quelle scritte sui...
Leggi di più
Newsletter/dicembre 2019
13-12-2019
Forse dovremmo andare, e stare, in giro ad ascoltare (non è da sinistra credere che tutto sia magia di pifferai). Forse dovremmo ridiscutere di...
Leggi di più