Lo scorso marzo, con un Dpcm, sono state sospese quasi tutte le libertà della prima parte della Costituzione: uno strappo che si è rivelato provvidenziale e che però impone al più presto un intervento normativo; l’enorme lavorìo del mondo associativo che ha permesso al nostro paese di non farsi travolgere; i segnali di un possibile vero federalismo cooperativo e una rinnovata fiducia sull’Europa, che non va però delusa.
Intervista a Paolo Feltrin.
Leggi di più

- - -

Lo scenario più verosimile, una vittoria di Biden, il quale potrebbe però trovarsi, come ai tempi di Roosevelt e del New Deal, con una corte che boicotta ogni suo intervento; il rischio, in caso di una vittoria risicata, che Trump contesti i voti per posta, innescando una grave crisi costituzionale, e infine il terzo scenario, il peggiore, cioè la sua rielezione, che avrebbe effetti dirompenti anche sullo scenario internazionale. (foto di Thomas Hawke)
Intervista ad Andrew Arato.

Leggi di più

- - -

E-ducare

rnw .org

I maestri di strada napoletani che già tanto ci hanno insegnato si sono buttati in una nuova e straordinaria impresa, il recupero di una scuola abbandonata, e in parte già vandalizzata, in uno dei quartieri più difficili di Napoli, Ponticelli; un grande centro di recupero e valorizzazione dei tanti talenti sciupati e frustrati dalla scuola, dove il problema è non già essere ma credersi poveri; educare dei sovrani e non dei sudditi.
Intervista a Cesare Moreno. (foto di Paola Sabbatani)
Leggi di più

- - -

Fra ottobre 2019 e giugno 2020, a Parigi si è svolta la “Convention citoyenne pour le Climat” che ha visto protagonisti 150 cittadini sorteggiati come campione rappresentativo della popolazione francese; a loro è stata affidata la missione di “ridurre le emissioni climalteranti almeno del 40% entro il 2030 in uno spirito di giustizia sociale”. Nell’arco di 9 mesi di lavoro assieme ad esperti e facilitatori, hanno elaborato 149 proposte. (foto di Katrin Baumann)
Intervista a Loïc Blondiaux.

Leggi di più

- - -

Nella convinzione che la riflessione etico-politica di Chiaromonte sia ancora oggi attuale, è nata l’Associazione “Amici di Nicola Chiaromonte”, che si propone di sostenere il rinnovato interesse che in questi ultimi anni vi si va indirizzando. Fra le finalità che essa intende perseguire vi è la promozione di iniziative di studio e di conoscenza della sua personalità intellettuale, allargate anche a coloro che a Chiaromonte furono legati da profonde affinità etico-culturali e da vincoli di amicizia, a partire da Andrea Caffi in cui Chiaromonte riconobbe il suo “unico” maestro. Pensiamo che uno degli insegnamenti più attuali del suo pensiero sia l’idea che la ricerca della “verità”, ovvero di un criterio per la “scelta delle cose migliori”, possa avvenire attraverso la valorizzazione della philia, dell’associazione cioè in piccoli gruppi dediti a un dialogo interpersonale autentico.
Leggi di più

- - -

Interventi

La perdita della memoria

Quando dico che a sinistra abbiamo perso la memoria, penso all’accettazione non solo di una geografia costruita “per nazioni”, ma anche del discorso liberale che contempla le nazioni come una fine della storia. Infatti, parliamo ormai tutti della democrazia liberale nel quadro degli stati nazionali, pur provando a renderla “europeista”, “aperta” e con frontiere permeabili.

intervento di Wlodek Goldkorn

- - -

A ME E' CAPITATO QUESTO

L’incontro con un uomo di cui ci si innamora e con cui per un breve periodo si crede di vivere i mesi più belli della propria vita, ma tra le dolci parole e i gesti teneri c’è anche il virus dell’Hiv; la legge della privacy che in casi come questo non è giusta.
Intervista a Romina Scaloni.
Leggi di più

- - -

il '68

il Sessantotto statunitense
 

CONTROCULTURA E DEMOCRAZIA

intervista a Pietro Adamo

LA FELICITA' PUBBLICA

Intervista a Eugenia Lamedica

il Sessantotto dell'Europa centrale
 

A TUTTO IL MONDO LIBERO

intervista a Guido Crainz

il Sessantotto italiano
 

META' DEL TEMPO A DISCUTERE

intervista a Guido Viale

IL ’68 E’ MORTO, VIVA IL ’68

Intervento di Marco Boato

IL '68 LUNGO LA VIA EMILIA

Intervista video a Gianni Saporetti realizzata da Maria Irene Venturi per l'Istituto Parri Emilia-Romagna

Dal Nostro Blog
Editoriale del n. 267
31-07-2020
Editoriale del n. 267 di Una città – vai al sito Dedichiamo la copertina ai senzatetto, a quelli che fino a ieri erano una popolazione a parte,...
Leggi di più
Le raccoglitrici di fragole – lettera di Emanuele Maspoli
30-07-2020
da Una Città n° 267 / 2020 giugno Cari amici,anch’io ho avuto bisogno di contattare la nostra diplomazia per il rientro in Italia dal Marocco di...
Leggi di più
La “calda estate” del 1967 – di Stephen E. Bronner
29-07-2020
Da Una città n. 267 – giugno 2020 L’America ci è già passata. Oggigiorno le persone sembrano non ricordarsi della “calda estate” del...
Leggi di più
Covid-19: primi segnali di guerre giudiziarie – di Massimo Tirelli
28-07-2020
da Una città n. 267, giugno 2020 Il virus Covid-19 ha messo sicuramente a dura prova una marea di persone che hanno contratto il virus, che si sono...
Leggi di più
Valéry, l’intelligenza e le macchine – di Alfonso Berardinelli
27-07-2020
Da Una Città n° 267 / giugno 2020 Per un paio di secoli è esistita una grande famiglia di poeti intellettuali che oggi sembra estinta e che in...
Leggi di più
Alla salute! – lettera di Belona Greenwood
25-07-2020
Cari amici,un brindisi alla vostra salute! Nel momento in cui scrivo, si può tornare a farsi tagliare i capelli e a bere tutta la birra che ci entra...
Leggi di più
Sul cartello la parola “coscienza” – lettere di Ilaria Maria Sala
25-07-2020
Cari amici,oggi, mentre vi scrivo, è il 2 luglio: un giorno e qualche ora da quando Pechino ha imposto a Hong Kong la nuova Legge sulla Sicurezza...
Leggi di più
Appello di Narges Mohammadi
21-07-2020
Ci arriva dalla Fondazione Alexander Langer questa mail: Vi segnalo la grave situazione di Marges Mohammadi, premio Alexander Langer 2009, in carcere...
Leggi di più
Appello da Hong Kong – lettera di Ilaria Maria Sala
09-07-2020
Cari amici,l’estate monsonica è cominciata a Hong Kong e con essa si moltiplicano le fioriture rosso fiamma delle Flamboyant -non a caso chiamate...
Leggi di più
Qual è il nostro posto? Lettera dall’Inghilterra di Belona Greenwood
08-07-2020
Una Città 266 / maggio 2020 Cari amici,ci sono persone disposte a credere a qualunque cosa -senza offesa per i Mormoni o i seguaci di Scientology, i...
Leggi di più

Intervista video a Michael Walzer sul futuro della socialdemocrazia

A margine di 900fest 2019, Michael Walzer, relatore al festival,
ci ha concesso un'intervista sul tema del festival: la socialdemocrazia è morta?

Intervista di Barbara Bertoncin - Traduzione e sottotitoli a cura di Elisa Meucci