internazionalismo

Trovati 301 elementi per questo argomento.

Una Città 237 / 2017
ISRAELE, VA BENE, HAI VINTO
Intervista a Jeff Halper di Barbara Bertoncin
All’indomani della cosiddetta legge furto, approvata dal parlamento israeliano, sembrano ormai venute meno le condizioni per una soluzione a due stati; il rischio di uno scenario in cui Israele si annette l’area C, si proclama lo stato palestinese a Gaza e il resto della Cisgiordania diventa un protettorato internazionale; l’unica alternativa: uno stato binazionale e democratico, dove i popoli di entrambe le nazioni si possano sentire a casa e al sicuro. Intervista a Jeff Halper.

Una Città 236 / 2017
DOPO CINQUANTA ANNI DI GUERRA
Intervista a Orlando Henao di Barbara Bertoncin, Bettina Foa
All’origine delle Farc, un gruppo di contadini che reclamava un pezzo di terra da lavorare, ma poi la deriva ideologica e violenta, il traffico della cocaina, i rapimenti, le uccisioni... Poi la caduta del Muro, i paesi “amici”, Cuba e Venezuela, che si tirano indietro, la stanchezza dopo tanti anni di guerra e i primi tentativi di negoziazione; cosa dice l’accordo e come reintegrare gli ex combattenti; l’importanza di ricostruire un catasto e di un’imposta fondiaria... Intervista a Orlando Henao.

LA TRAPPOLA DAESH
Intervista a Pierre-Jean Luizard di Barbara Bertoncin, Bettina Foa
La forza di Daesh origina anche dalla debolezza degli stati della regione, il cui deficit di legittimità viene da lontano e non è stato colmato neanche dalla conquista dell’indipendenza; la trappola in cui è stato tratto l’Occidente, che si è impegnato in una guerra senza avere alcuna soluzione politica da proprre; la condizione delle donne in una prigione a cielo aperto e la difficoltà di conoscere lo stato d’animo delle popolazioni nelle zone occupate... Intervista a Pierre-Jean Luizard.

Una Città 234 / 2016
UNA CAUSA PER ANDARE A MORIRE
Intervista a Jean Birnbaum
Una sinistra che per spiegare perché tanti giovani vanno a morire per l’Islam, cerca spiegazioni “sociali” per non risultare islamofobica; l’errore di non dar credito all’influenza della religione non accorgendosi così di restare dentro a un immaginario coloniale; la forza della speranza che oggi solo l’islamismo sembra saper offrire; la potenza dei simboli che da noi non ci sono più; la decisiva lotta fra l’Islam che interpreta e quello che legge e basta. Intervista a Jean Birnbaum.

Una Città 233 / 2016
IL CODICE DELL'UGUAGLIANZA
Intervista a Bochra Belhaj Hmida di Bettina Foa
Un codice della famiglia, quello tunisino, che proibisce la poligamia e afferma l’uguaglianza della donna, non più “complementare” all’uomo; i sorprendenti risultati della rivoluzione tunisina, che ha portato al pullulare di associazioni nella società civile; l’errore di considerare il velo un segno inequivocabile di islamizzazione; i rischi gravi che comporta la crisi economica, con il turismo al collasso per via degli attentati, e la corruzione, che resta diffusa. Intervista a Bochra Belhaj Hmida.

Una Città 232 / 2016
AMBULATORI E INFERMIERE
Intervista a Luciano Nigro di Pier Luigi Flamigni
Un paese, lo Zimbabwe, che fino a dieci anni fa registrava una prevalenza dell’infezione dell’Hiv tra il 23 e il 27% e una mortalità da Aids così alta che l’aspettativa era intorno ai 37 anni; i risultati raggiunti grazie ai progetti con gli specializzandi dell’università, i pacchi spesa per convincere le mamme a partorire in ospedale; il problema dei medici zimbabwesi che vanno via e la speranza, ora che il virus è più debole, di poter occuparsi della prevenzione. Intervista a Luciano Nigro.

Una Città 228 / 2016
EDELMAN GLI RISPOSE...
Intervista a Konstanty Gebert di Bettina Foa
Il risultato delle elezioni in Polonia ci parla di un paese dalla memoria corta dove però anche i liberali hanno le loro responsabilità; un’Europa timida e spesso ipocrita dove gli unici a non aver paura di parlare di valori sono gli estremisti di destra; l’inatteso ruolo della Germania e il ricordo di quel che Marek Edelman spiegò a Cohn Bendit negli anni Novanta durante il conflitto in Bosnia; il dramma della Siria, che ricorda quello della Spagna. Intervista a Konstanty Gebert.

Una Città 227 / 2016
WORD IN ARABO
Intervista a Ephraim Kleiman di Anna Foa, Bettina Foa
Il tentativo, fin dagli Accordi di Oslo, di creare una sorta di unione doganale tra Israele e Palestina, sempre osteggiato dai palestinesi che non volevano in alcun modo legittimare l’occupazione; i periodi buoni, quelli cattivi e le tante occasioni perdute, da entrambe le parti; i motivi dell’assenza di una solidarietà economica con i vicini paesi arabi; la necessità di smantellare gli insediamenti e i dubbi, invece, sulla campagna per il boicottaggio. Intervista a Ephraim Kleiman.

I TRE REGIMI
Intervista a Gideon Levy di Barbara Bertoncin
Lo scoppio della cosiddetta “terza intifada”, in cui singole persone, spesso ragazzini, hanno aggredito degli ebrei israeliani, ha colto tutti di sorpresa; la contraddizione della formula “stato ebraico democratico”; se la soluzione dei due stati non è più praticabile, cosa risponderà Israele alle richieste dei palestinesi di vedere rispettati i loro diritti civili, cioè il principio “una testa, un voto”? Perché è giusto boicottare gli insediamenti. Intervista a Gideon Levy.

Una Città 223 / 2015
IL NEMICO COMUNE
Intervista a Ahmad Rafat di Bettina Foa
La soddisfazione per gli accordi con l’Iran, perché le sanzioni hanno avuto effetti devastanti, e il timore che, in nome dell’apertura di nuovi mercati e della minaccia nucleare, cali l’attenzione sui diritti umani che, nonostante il cambio di regime, continuano a essere conculcati; la speranza in una riforma dell’Islam, imprescindibile per aprire la strada alla democrazia, e le incognite della logica del “nemico comune” che oggi vede alleati, contro l’Iran, Israele e Arabia Saudita. Intervista ad Ahmad Rafat.