Tutte le interviste

Nome Cognome Dal Al
Argomento Dal Al
Ricerca Dal Al

Le interviste dell'ultimo numero

UN LIBRO PIU' DEL PADRONE
Intervista a Giorgio Benvenuto di Barbara Bertoncin, Bettina Foa
La grande stagione dell’Flm, il sindacato unitario dei metalmeccanici, dove anche fra i dirigenti i rapporti erano di grande amicizia e lealtà; una stagione di riforme, come lo Statuto dei lavoratori e le 150 ore, conquistate e condivise e non “concesse”; l’idea buona, oggi più che mai, di un “sindacato dei cittadini”; le grandi figure di Trentin e Carniti e la ferita, mai rimarginata purtroppo, del referendum sulla scala mobile. Intervista a Giorgio Benvenuto.

LA RIMESSA
Intervista a Giovanni Vai di Paola Sabbatani
Una cooperativa sociale delle pulizie che sta sperimentando come il lavoro sia l’obiettivo fondamentale dei richiedenti asilo, un lavoro che permetta di aiutare la famiglia lontana; l’integrazione passa inevitabilmente da lì, da cui l’importanza della conoscenza della lingua, anche per il datore di lavoro che deve garantire la sicurezza; il danno fatto dal decreto sicurezza e l’importanza che avrebbe il ripristino delle quote. Intervista a Giovanni Vai.

BAMBINI SPEZZATI
Intervista a Margaret Rustin di Barbara Bertoncin
La modalità di Melanie Klein di rapportarsi in maniera molto diretta coi bambini con problemi gravi nasceva dall’idea che bisognasse prendere molto sul serio il loro punto di vista; l’importanza della puntualità e di un luogo confidenziale; la capacità di “contenere” la mente del bambino permettondgli di passare dall’esprimere la propria rabbia attraverso il corpo rompendo degli oggetti al dire “sono arrabbiato”. Intervista a Margaret Rustin.

LE REAZIONI DELL'AMIGDALA
Intervista a Telmo Pievani di Iacopo Gardelli
A differenza del Pangloss di Voltaire che crede nella sua perfezione, in natura non esistono tipi, norme, standard o essenze, che fra l’altro giustificherebbero una società illiberale, ma errori, imperfezioni, tra condizioni di esistenza esterne che cambiano in continuazione e vincoli strutturali frutto di una storia pregressa; un progresso dovuto non all’aumento del cervello, ma al bipedismo, fattore di complessità sociale. Intervista a Telmo Pievani.

L'ETERNO E IL LINGUAGGIO DEI TEMPI
Intervista a Giovanni Tassani di Gianni Saporetti
La storia straordinaria di Gianni Baget Bozzo, intellettuale cattolico fattosi prete in età matura, che riuscì a tenere insieme teologia, mistica e passione politica, a passare dall’avversione al centrosinistra alla convinzione della necessità di un compromesso storico, fino alla militanza socialista; la Vergine di Guadalupe e il gran giorno in cui tornò a dir messa; la notte della depressione e il discorso di Onna di Berlusconi. Intervista a Giovanni Tassani.