Tutte le interviste

Nome Cognome Dal Al
Argomento Dal Al
Ricerca Dal Al

Le interviste dell'ultimo numero

LA RUSSIA NON PUO' VINCERE
Intervista a Taras Bilous di Meduza
La scelta di combattere per il proprio paese e l’incomprensione di tanta parte della sinistra occidentale accecata dall’antimperialismo e dall’antiamericanismo; la divisione della sinistra ucraina al tempo del Donbass e il rischio che passi la notizia che il governo ucraino reprima organizzazioni di sinistra, spesso legate, in realtà, alla peggior reazione russa; il controverso pacifismo russo in cui spicca “Resistenza pacifista femminista”. Intervista a Taras Bilous.

I FANATICI ANTI-CHOICE
Intervista a Katha Politt di Barbara Bertoncin
Il ribaltamento della sentenza Roe vs Wade, che ha colto tutti impreparati e le responsabilità dei democratici che, quando erano al potere, hanno tergiversato; una sentenza che, riducendo la donna a “recipiente del feto”, stravolgerà la vita non solo di giovani donne, ma anche di donne con gravidanze problematiche o già madri che non vogliono avere altri figli; il diritto all'aborto come bene sociale, per le donne, ma anche per gli uomini. Intervista a Katha Pollitt.

IL NUOVO ORDINE
Intervista a Alberto Pagani di Aldo Torchiaro
Sottomettere l’Ucraina è risultato impossibile; la necessità di Putin, per evitare una sconfitta che sarebbe catastrofica, di ottenere qualcosa; il rischio atomico; l’impegno dell’Italia per la cybersecurity e l’assurda polemica sulle spese militari. Intervista ad Alberto Pagani.

OVER 40
Intervista a Giuseppe Zaffarano di Barbara Bertoncin, Sergio Bevilacqua
L’esperienza in prima persona della disoccupazione in età matura e la volontà di impegnarsi assieme ad altri per cambiare le cose; il problema della “discriminazione per età” che permane, ma anche quello di un’enorme frammentazione dei soggetti che dovrebbero occuparsi di politiche attive; la nostalgia per un mercato del lavoro, quello del posto fisso, che non c'è più; la sfida di mettere assieme domanda e offerta. Intervista a Giuseppe Zaffarano.

DISCARICA SOCIALE?
Intervista a Leopoldo Grosso di Giada Ceri
Può l’istruzione avere una ruolo nella “rieducazione” dei detenuti? L'importanza di proporre ai detenuti progetti che li vedano come soggetti e non solo oggetti di intervento; le tante carenze delle inziative in atto e però la ferma convinzione che più il carcere è affollato da non-detenuti, meglio è; le condizioni di qualsiasi misura alternativa: un’abitazione, un lavoro e un senso del proprio vivere, unica vera difesa dalla recidiva. Intervista a Leopoldo Grosso.