Logo Una Città
i nostri libri
Vai al catalogo completo dei libri
domande
Esiste ancora l'antisemitismo?

Esiste ancora l'antisemitismo?

Che cos'è oggi antisemitismo?
E' uno scontro interetnico e interreligioso che prende corpo nelle periferie urbane a forte presenza magrebina o è l'antisemitismo europeo che ritorna su?
L'antisionismo è sempre antisemitismo?
La sinistra europea più radicale è ormai contaminata dall'antisemitismo?
Esiste un terrorismo morale che condanna, e addita, immediatamente come antisemiti tutti coloro che condannano crimini commessi dai governi israeliani?



L’antisionismo è antisemitismo?
L’antisionismo, così radicato nel mondo arabo e anche in Europa, non può non aver a che fare con l’antisemitismo perché va a negare il processo di liberazione di un popolo. L’accusa, corrente nel mondo arabo, di essere un popolo "creato da Hitler”. L’accusa, corrente in Europa, di comportarsi come nazisti. La ragione di entrambi i popoli, con la differenza che per gli ebrei Israele è l’unica spiaggia.
Intervista a Georges Bensoussan.

Dove nasce l’identificazione, ormai corrente, fra antisionismo, addirittura antisemitismo, e critiche a Israele?
Secondo Jeff Halper da una decisione precisa del partito al governo in Israele. La situazione particolare degli ebrei in diaspora.


L’antisemitismo è un fenomeno di periferia?
Cos’è l’antisemitismo oggi? E’ soprattutto un fenomeno delle periferie dove si ripercuote l’astio, l’odio degli arabi contro Israele? E’ giusto, e utile, lo statuto di eccezionalità concesso a Israele?
Risponde Pierre Vidal-Naquet.

L’antisemitismo esiste ancora?
Un senso di colpa che non può portare a voler combattere oggi la battaglia non combattuta ieri. Un allarme irrealistico in Europa. L’anti-israelismo quello sì, reale, può volgersi in antisemitismo nel momento in cui comincia a vedere in Israele l’origine di ogni male. Il fallimento del sionismo che doveva garantire la sicurezza all’ebreo.
Intervista a Wlodek Goldkorn



archivio



chiudi