Logo Una Città
i nostri libri
Vai al catalogo completo dei libri
lettere da...

Lettere dalla Cina di Ilaria Maria Sala
Maggio 2012. Finiremo come il Tibet?
Cari amici, un allenatore sportivo, appena l’altro giorno, chiede a un suo cliente: "Pensi che finiremo come il Tibet?”. Uno studente che conosco, invece, lo afferma senza esitazione: "Stiamo diventando il Tibet”. La relazione fra Hong Kong -sette milioni di abitanti- e la Cina, a cui è stata consegnata nel 1997 dall’Inghilterra, che non si è preoccupata di chiedere ai cittadini cosa ne pensasse, sta andando sempre peggio. La città è divisa fra chi, membro dell’élite, con mentalità tipicamente coloniale cerca di piacere ai nuovi padroni, e chi invece cerca, un po’ disperatamente, di farsi sentire nel difendere le particolarità e la vivibilità di Hong Kong. ...


Giugno-luglio 2012. Hong Kong è un miracolo...
Cari amici, questo mese, inevitabilmente, vi parlo di nuovo di Hong Kong, dove mi trovo malgrado la stagione non sia delle migliori, fra caldo soffocante (come dappertutto, del resto) e monsoni estivi. Il fatto è che non volevo assolutamente perdermi il quindicesimo anniversario del passaggio di sovranità di Hong Kong dalla Gran Bretagna alla Cina, dato che non solo si tratta di una cifra semi-rotonda, di quelle che per gli anniversari sembrano contare sempre un po’ di più, ma anche perché per vari motivi in questo periodo Hong Kong è ancora più mobilitata, e trovo questo lungo risveglio politico imprevisto e affascinante. ...



Lettere dall'Inghilterra di Belona Greenwood
La routine rallentata
Cari amici,
alla fine ci siamo affezionati al clima invernale. La neve e il gelo ci hanno stretti in un abbraccio siberiano e, come sempre quando arriva la neve, la nostra routine sembra rallentare o fermarsi. Tutto sommato è piacevole. Durante una di queste giornate sono state chiuse più di cinquemila scuole; i bambini, attraversati da una forte scarica di allegria, hanno preso d’assalto parchi e giardini con un esercito di pupazzi di neve dalla forma di massi. Il silenzio regna per le strade e la notte brilla di quel bagliore particolarmente fulgido che emana dalla neve. Le macchine avanzano a passo d’uomo e la gente scansa i marciapiedi scivolosi riprendendo possesso delle strade...


Appunti di viaggio di Paolo Bergamaschi

Il club degli autocrati
Prendere o lasciare. Non c’era via di mezzo. La seconda metà di dicembre non è di certo il momento migliore per recarsi in visita a Mosca, ma l’invito della Duma per l’anno in corso è giunto solo alla fine di novembre, dopo che la Commissione Esteri del Parlamento Europeo aveva manifestato la propria disponibilità ad incontrare la controparte russa già dalla primavera....


Lettere dall'America di Gregory Sumner
Gunfighter nation
Mentre entriamo nell’anno nuovo si attenuano i colpi dell’ultima strage avvenuta negli Usa; anche questo, ovviamente, fa parte del problema. Appena prima di Natale un ventenne affetto da turbe mentali ha imbracciato uno dei fucili d’assalto della madre -una fervente appassionata di armi- uccidendo metodicamente più di due dozzine di persone in una scuola elementare del Connecticut.



Lettera dal Portogallo di Giovanni Maragno
In tempi di feroce austerità come questi, in cui il Portogallo si trova ad affrontare una crisi senza precedenti con provvedimenti lacrime e sangue che lo vedono boccheggiare al pari quasi della Grecia, non sorprende vedere questo paese cercare nuovi orizzonti o ripristinare vecchi legami ideali e reali. Quasi 250 milioni di persone al mondo, infatti, dislocate in quattro continenti, parlano portoghese. ...


archivio

Lettere dalla Cina
Ilaria Maria Sala

-Sono a Shanghai...
il "South China Morning Post”
-Il "South China Morning Post”
-Sono stata a Macao...

-Le elezioni a Taiwan...
-Tornata a Chengdu...
-Pechino d'inverno...
-Dal Giappone...
-
Un giro a Chongqing...

Lettere dall'Inghilterra
di Belona Greenwood

-"Property Crumble”
-I Red Nose Days
-le effigi di Guy Fawkes
-A casa di un pastore
-Gin Lane
-Il teatro dell'esuberanza
-Andando a Cambridge
-Le free schools
-Bambini poveri
-Una guerra ai deboli?
-Una volta vidi la regina
-La comunità di Monkey River

Appunti di viaggio
di Paolo Bergamaschi

-Il nuo­vo vol­to di Ba­ku
-il no­me Ma­ce­do­nia
-De­spo­ti in Turk­me­ni­stan
-Le ba­le­ne e l'I­slan­da
-Mi­tro­vi­ca nord
-Il ma­re di Aral
-La lin­gua del­la Bo­snia
-Le ban­die­re di Pri­sti­na
-La tv del­la Mol­do­va
-I tim­bri del­la Ser­bia
-Frozen conflicts
-Nella Piazza Rossa
-Sulla via della seta
-Tibet, la terra e il cielo
-Viaggio a Murmansk

Lettere dall'America
di Gregory Sumner

-Ricordando Havel
-I pompieri di Vonnegut
-Una rivista transatlantica
-Presidente Obama: invictus?
-Stanno chiudendo Detroit?
-Lezioni della Grande Depressione
-L'audacia della speranza
-Una voce dal 1968
-Il liberalismo di FDR
-I politici dell'"Amigdala"
-Cittadinanza planetaria



chiudi