Logo Una Città
i nostri libri
Vai al catalogo completo dei libri


Testo di una città - 2010

18 novembre 2009

riunione 10 novembre
Solo qualche appunto, perché perlopiù abbiamo ripreso le sollecitazioni uscite da sabato e domenica. Stiamo cercando di riorganizzare il "fronte" redazione e promozione. Abbiamo discusso a lungo sulle rubriche e l'allargamento del "parco collaboratori". Sugli appunti, proviamo a riprendere i "libri da tradurre", piccole recensioni di libri usciti altrove, i "numeri" (ovvero trattare un argomento con dati e numeri appunto -- grazie a Enzo, ma anche a Fausto, ne abbiamo fatti alcuni, ma è difficile), un'idea stravagante potrebbe essere anche un appunto dal titolo "s'è discusso in redazione", da riproporre mensilmente.
Infine abbiamo provato a buttar giù qualche nome a partire dalla proposta di Donato su un seminario-convegno sugli anni 90. Su tutto e soprattutto sugli appunti sono gradite indicazioni, segnalazioni e commenti.

***
riunione 17 novembre
cari amici, nella riunione di martedì abbiamo cercato soprattutto di fare ordine tra i tanti impegni: rivista, sito, call center, promozione, libri, progetti, ecc. Abbiamo ribadito l'intenzione di migliorare gli appunti e irrigidire la struttura, reintroducendo le storie e soprattutto rafforzando la parte delle "domande-discussioni".
Resta il dilemma già uscito alla riunione nazionale: essere più provocatori verso la sinistra rischia di essere un'operazione solo a perdere se non ci impegniamo anche sul fronte della promozione, perché mettiamo sotto sforzo i nostri abbonati senza darci alcuna possibilità di guadagnarne di nuovi.
Per "battere" sui temi che via via decidiamo di affrontare (finora abbiamo parlato di questione morale, tangentopoli e la rinnovata tentazione di risolvere la politica per via giudiziaria, crisi e welfare, costituzione, albi e ordini, il dubbio che Berlusconi faccia in realtà perdere voti alla destra, ecc), oltre alle interviste, pensiamo di organizzare anche dei seminari. E poi c'è il sito. Bisognerebbe anche forse andare in giro. L'importante sarebbe partire e tenere una certa sistematicità sia nelle interviste che nei seminari perché l'episodicità è letale, non sedimenta niente.
E' stato fatto presente che particolarmente in queste interviste l'interlocutore va scelto molto accuratamente.
C'è anche il rischio di cadere in facili polarizzazioni. Resta la domanda: abbiamo la forza per affrontare questo impegno? Sicuramente va ripensato anche il lavoro a Forlì, che dovrebbe diventare un vero centro propulsivo. Abbiamo introdotto anche la questione del sito della biblioteca su cui stiamo facendo un progetto. Infine abbiamo parlato dei libri e della possibilità di iniziare a stamparli in digitale (questo permetterebbe di stamparne anche pochi e di non fare magazzino). Il primo preventivo arrivato però non è molto incoraggiante. Vediamo.
Stiamo intanto preparando del materiale di propaganda come cartoline-segnalibro (sempre sul fronte promozione), poi c'è il catalogo ed è in partenza la campagna regali.


dal nostro blog
0
24 ottobre 2017

Per un sindacato unito. Dalla lettera di Pierre Carniti a Cgil, Cisl e Uil

… Il lavoro da sviluppare è, dunque, quello di cogliere l’unità nella diversità e di trasformare il superamento delle diversità … ...

segui
0
24 ottobre 2017

Denti

Un venerdì mattina dello scorso marzo, a Salisbury, Maryland, già due ore prima del sorgere del sole si poteva vedere … segui


0
18 ottobre 2017

Epistocrazia

Su “Le Monde”, il costituzionalista Alexandre Viala, nell’interrogarsi su quale sia il modello di governo che ha in mente Macron, … ...

segui
0
17 ottobre 2017

Fuori dalla scuola

Marie, 13 anni, amava l’inglese e Shakespeare, ma non riusciva a controllare il suo comportamento. Non può farci nulla, si … segui


0
11 ottobre 2017

Disuguaglianze in Germania

Alla vigilia delle elezioni in Germania, il “Financial Times” ha dedicato un pezzo alla povertà in Germania, o più precisamente … ...

segui



chiudi